Crea sito

Come si fa l’appliquè

by

appliquè

Come si fa un appliquè? Come sapete tra tutti i miei interessi c’è il cucito creativo e nel periodo di Natale, avendo avuto un po’ più di tempo,  ho provato a fare l’appliquè per decorare…… non vi posso dire tutto: per cosa ho usato questa tecnica ve lo farò vedere la settimana prossima. Per tornare all’appliquè, mi piace condividere ciò che ho imparato con chi vuole avvicinarsi per la prima volta, a questa tecnica.

Una volta le avrebbero chiamate toppe ma, con l’appliquè, possiamo non solo coprire qualche “danno” ma decorare qualsiasi cosa ci passi per la testa: i jeans, le magliette, i lavori di cucito creativo avranno così uno stile tutto nostro.

La tecnica che ho usato io è quella dell’appliquè con la carta termoadesiva. Niente di complicato. Per prima cosa parliamo della carta termoadesiva: come dice la parola è un tipo particolare di carta dove troviamo la colla su entrambi i lati che, con il calore del ferro da stiro, si scioglierà e si attaccherà alla stoffa. Come è facile capire, usare la carta termoadesiva non solo rinforza la stoffa da incollare, ma non permette la sfilacciatura. La carta termoadesiva si presenta come un normale foglio di carta liscio da una parte e leggermente ruvido dall’altra: il lato ruvido è quello da incollare per primo. Una volta incollato, toglieremo il sottile strato di carta liscia e potremo attaccare il nostro appliquè dove vogliamo.

La cosa importante è ricordarsi che la prima parte da incollare (quella ruvida) si usa sul ROVESCIO della stoffa che vogliamo trasformare in appliquè.

Ma veniamo alla parte pratica. Vediamo cosa serve per fare l’appliquè:

– stoffe varie
– carta termoadesiva
– matita
– forbici
– ferro da stiro

Per prima cosa, sulla parte liscia della carta termoadesiva, disegniamo i contorni di ciò che vogliamo realizzare (inventate voi un motivo o scaricatelo dal web) e ritagliamolo.

come si fa l'appliquè

Poi prendiamo il pezzo di stoffa che diventerà il nostro appliquè, appoggiamo la parte ruvida sul rovescio della stoffa e stiriamo con ferro a secco. Aspettiamo qualche minuto e ritagliamo la stoffa. Abbiamo la nostra applicazione pronta da attaccare dove vogliamo.

appliquè con carta termoadesiva

Togliamo la carta, appoggiamo la stoffa dove vogliamo attaccarla e stiriamo con il ferro a secco

come fare un appliquè

Adesso potete scegliere se:

– lasciare l’appliquè così
– ripassare il contorno a mano o con la macchina da cucire.

Personalmente, non avendo il piedino free motion (è nella lista dei piedini da acquistare) che permette di disegnare, ho ripassato l’appliquè con uno zig zag molto stretto. Anche in questo caso sarebbe necessario un piedino aperto che aiuti a vedere meglio dove si va con la macchina da cucire (e questo è il secondo piedino in lista 😉 ). E’ comunque possibile ripassare l’applicazione a mano.

Spero di esservi stata di aiuto nei primi passi nel mondo dell’appliquè e vi aspetto la settimana prossima quando vi farò vedere dove ho messo le mie applicazioni. Intanto, se vi fa piacere, potete seguirmi anche sulla mia pagina Facebook.

4 Comments on Come si fa l’appliquè

  1. Teresa
    20/01/2017 at 12:49 (4 mesi ago)

    This is something I’ve tried before, but never really excelled at, so thank you for the tutorial, and for sharing at The Really Crafty Link Party this week too! Pinned!

    Rispondi
  2. Emily
    21/01/2017 at 0:03 (4 mesi ago)

    I love appliques! #HomeMattersParty

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *