frittelle di carnevale

Per la ricorrenza del Carnevale tornano le creative del gruppo The Creative Factory con tante idee divertenti e golose. Per questo evento ho pensato ad un dolce della tradizione: le frittelle di Carnevale o, come si dice da noi, gli sfarsò. E’ un modo di dire talmente radicato che per me è molto difficile chiamarle frittelle.

I carri dissacranti e le maschere sono tradizioni che troviamo in tutta Italia (tra i più famosi ricordiamo Viareggio e Venezia) ma per quanto riguarda l’aspetto culinario, c’è un’enorme varietà di tradizioni: a parte le frittelle di carnevale (chiamate anche castagnole, fritole, sfarzò ecc.) e le chiacchiere, troviamo le ciambelle, le zeppole, gli arancini di carnevale, la cicerchiata, il sanguinaccio dolce ecc. Insomma tanti dolci tra cui scegliere per prepararsi al periodo di digiuno della quaresima.

Ma torniamo ai nostri sfarsò. Questa è una delle ricette che mi ha lasciato mia nonna.

Le dosi per fare le frittelle di carnevale sono:

– 250 gr. di acqua
–  50 gr. di burro
– 150 gr. di farina
– 2 cucchiai di zucchero
– 4 uova intere
– 1 pizzico di sale
– olio per friggere
– zucchero per decorare

In un pentolino a bordi alti, portare ad ebollizione l’acqua con il burro e il sale.

Versare nell’acqua in una sola volta, la farina setacciata e, sempre mescolando, lasciare cuocere finchè il composto non si staccherà dalle pareti del pentolino.

Togliere dal fuoco e, quando sarà intiepidito, unire al composto prima lo zucchero e poi le uova leggermente sbattute, una alla volta aspettando che una sia incorporata prima di aggiungere quella successiva. Lavorare bene l’impasto.

Far scaldare l’olio e friggere l’impasto delle frittelle di carnevale facendole cadere nell’olio con 2 cucchiaini.

Lasciare sgocciolare bene su della carta assorbente e passarle nello zucchero semolato o, se preferite, spolverizzare con zucchero a velo.

E, dopo aver mangiato un po’ di frittelle di Carnevale, sempre che riusciate a smettere, andiamo a curiosare tutti i progetti delle bravissime creative del gruppo.

banner Graphics by Norma Ricaldone

Licia

36 Commenti su Frittelle di Carnevale

  1. Hai proprio ragione Licia la tradizione culinaria legata a questa festività ci offre una gran varietà di ricette, ed è bello scoprirne e provarne di nuove, grazie di aver condiviso la tua, la proverò di sicuro.

  2. Allora, mia madre le chiama castagnole e solo una volta , tanto tempo fa, le sono venute benissimo! Non trova piu’ la ricetta tradizionale e su internet quelle che ci sono non la convincono. Grazie per la ricetta che provera’ presto!
    Ti faro’ sapere il risultato!
    Roby

  3. Gnam gnam! Che bontà! Le faceva sempre la mia adorata nonnina! Ora mi hai fatto venir voglia!!!! Domani compro gli ingredienti e nel week end le faccio!
    Grazie per la ricetta!

  4. Cara Licia, io pure ho fatto le castagnole (così le chiamiamo nel Lazio). La ricetta è un po’ differente ma devono esistere varie versioni di questo delizioso dolce di carnevale che non mancava mai nella nostra cucina. E le frappe pure. Buona domenica.

  5. Thank you so much for linking at #overthemoon! I look forward to seeing what you share every week. Please come back for #WonderfulWednesday or #ThursdayFavoriteThings. Don’t forget to comment your link #’s so I can be sure to visit and you get a chance to be featured! Pinned and shared.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.