candele alla citronella

Tempo fa, mettendo a posto i cassetti della cucina, mi sono capitati in mano dei moncherini di candele che, prima che arrivassero i cellulari con la torcia, tenevo per quando andava via la luce. Onestamente, cellulari e torce a parte, non ricordo da quanto tempo non capita più che vada via la luce, neanche durante i temporali.

Avrei dovuto buttarle via???? Ma ovviamente no, le ho spostate in una delle innumerevoli scatole di materiali per fare delle nuove candele senza comprar della cera nuova.

L’occasione è arrivata con le prime zanzare. Odio le zanzare, se ce n’è una in giro state pur certi che verrà a pungere me. Fin da piccola mi dicevano che “ho il sangue dolce” (perchè mai si dice una cosa del genere????) ma non è che sia molto consolatorio quando cominci a grattarti e il prurito non smette di martirizzarti.

Meglio prevenire le morsicature di questi insetti e quindi ho provato a fare le candele alla citronella. Beh devo dire che funziona: in casa, con le finestre aperte, non ne ho più vista una 😀

Anche voi siete martirizzati dalle zanzare? Queste candele alla citronella sono quello quello che vi serve!!! Prendete:

– vecchie candele SENZA profumo ovviamente (in alternativa potete usare le pastiglie di cera o delle candeline)
– olio essenziale di citronella (per due tazzine ne ho usate 10 gocce).
– stoppino per candele
– base per stoppini
– due pentolini (uno più grande dell’altro)
– un coppapasta (o altro oggetto per tenere sollevato il pentolino della cera)
– contenitori per le candele
– stuzzicadenti lunghi per spiedini o mollette.

Come contenitore io ho usato delle tazzine da caffè ma si posso usare anche dei barattoli di vetro di riciclo che devono essere ben puliti ed asciutti.

come fare le candele alla citronella

Per prima cosa prepariamo i contenitori. Facciamo passare lo stoppino nella base e facciamo un nodo, lasciamo cadere qualche goccia di cera sul fondo del contenitore scelto e attacchiamo lo stoppino. In alternativa alla cera si può usare della colla a caldo.

Leghiamo l’altra estremità dello stoppino allo spiedino oppure pinziamolo in una molletta: l’importante è che resti appoggiato sul bordo del contenitore in modo che lo stoppino non cada nel contenitore.

Mettiamo sul fuoco BASSISSIMO, un pentolino con dell’acqua, appoggiamoci dentro un coppapasta o altro oggetto resistente al calore e che non faccia toccare il fondo al pentolino con la cera.

Appoggiamoci dentro il pentolino con la cera e lasciamola sciogliere. Fate molta attenzione a che l’acqua NON bolla per evitare che gocce d’acqua entrino nella cera. Ovviamente il pentolino dove scioglieremo la cera non si potrà più usare per altro che non sia sciogliere altra cera ma è così divertente fare le candele che vedrete che ne farete altre 😉

Aggiungiamo le gocce di citronella. Se avete usato delle candele vecchie, quando la cera si sarà sciolta, togliete i vecchi stoppini.

Versiamo nei contenitori la cera fusa e lasciamo raffreddare (che brutto colore vero?).

Se, una volta asciugata la cera, ci fossero delle infossature, delle imperfezioni o si staccasse dai bordi, sciogliamo di nuovo un po’ di cera e aggiungiamola nel contenitore.

Tagliamo lo stoppino per levare lo stuzzicadenti o togliamo la molletta, accorciamo lo stoppino e le candele alla citronella sono pronte a difenderci dalle zanzare. Se proprio non volete fare da voi le candele alla citronella e volete acquistarle, potete fare un porta candele, riciclando di una cassettina di fragole, come quella che ho fatto e che potete vedere qui.

Voi che cosa usate per non farvi mordervi?

Con le mie candele alla citronella partecipo all’iniziativa del gruppo The Creative Factory, Handmade Summer Night. Andiamo a vedere a cosa hanno pensato per le sere d’estate le altre creative. Visitatele tutte e, se vi fa piacere, potete seguirmi anche sulla mia pagina Facebook “Hobby e Creatività“.

banner Graphics by Norma Ricaldone


Questo post partecipa al Finde Frugal di Marcela Cavaglieri e al “Venerdì fatto a mano” di Little Kimono

7 Commenti su Candele alla citronella

  1. Fantastica idea, ho proprio bisogno di qualcosa di naturale per sconfiggere queste zanzare tremende che quest’anno non ci lasciano in pace! Ho il sangue dolce anche io! 🙂

  2. Licia ottima idea, in questo modo si hanno due tipi diversi di reciclo. Non solo per le candele ma anche per i servizi che sono rimasti singoli!!!
    Una maniera molto decorativa per tenere lontane questi acerrimi nemici.
    Un bacione e buone vacanze.

  3. Bella idea!
    Di solito le zanzare non mi mordono, se c’è un’altra persona preferiscono lei a me ma non si sa mai, meglio prevenire che curare!
    Grazie dell’idea
    Ciao
    Norma

  4. I’ve been seeing these candles a lot this summer, but I never thought about making my own. I love the idea of using pretty teacups to hold the candles.
    Thank you for sharing the tutorial at The Really Crafty Link Party. Pinned.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.