applicare lo sbieco

Applicare lo sbieco per rifinire un progetto, che sia di sartoria o di cucito creativo, non solo è utile e dà un aspetto professionale alle nostre creazioni ma è anche un metodo per decorare il lavoro, come nel caso della borsa mare o del porta pranzo che ho realizzato tempo fa.

Diciamocelo: dopo la cerniera, applicare lo sbieco è una delle cose che ci fanno più dannare nel cucito, non perchè sia difficile ma perchè è un lavoro che richiede un po’ di precisione e quando siamo agli inizi del cucito, è forse l’abilità che ci manca di più e che viene con l’allenamento e l’esperienza.

Questo articolo non ha la pretesa di trattare in modo completo l’argomento, ma di spiegare qualche metodo per applicare lo sbieco.

Ci sono tantissimi modi per applicare lo sbieco: io ne ho scelti quattro che sono quelli che utilizzo di più, a secondo del lavoro di cucito creativo che sto realizzando.

In commercio ci sono sbiechi di tantissimi tipi e misure che, in linea di massima, bastano a soddisfare le nostre esigenze: se però volete proprio quel determinato disegno o colore, nel web trovate tantissimi tutorial su come realizzarne uno senza acquistarlo. Quindi prendiamo il nostro sbieco e, per cominciare, vediamo come è fatto.

come applicare lo sbieco

Come vedete è un nastro ripiegato ai lati che andrà piegato a metà e sovrapposto del nostro lavoro da rifinire. Lo trovate con le due parti ripiegate sia leggermente più corte della metà, sia ripiegate esattamente nel mezzo.

La prima cosa che vi consiglio è di piegare a metà lo sbieco nel senso della lunghezza e, con le dita o stirandolo, dategli una bella piega nel mezzo. Sembra una cavolata ma vi assicuro che farà la differenza quando andremo ad applicare lo sbieco.

METODO 1: I PIEDINI

Fondamentalmente ci sono due piedini dedicati per applicare lo sbieco. Personalmente quello di sinistra mi sta molto antipatico: lo trovo complicato e poco maneggevole. Poi magari è un problema solo mio, qualcun altro lo troverà comodissimo, ma io preferisco il piedino di destra.

E’ comodissimo da regolare. La vitina in basso a destra (nr. 2) serve per regolare l’entrata dello sbieco. Si allarga ruotandola, si inserisce lo sbieco e poi si stringe fin quando la barretta di plastica all’interno non si appoggia al nastro e lo tiene fermo. Ovviamente non va schiacciato perchè altrimenti lo sbieco non scorrerebbe bene.

La vitina in alto (nr. 1) serve eventualmente, per spostare lo sbieco (più a destra o più a sinistra) quando andiamo a cucirlo se non abbiamo una macchina per cucire a cui si sposta l’ago.

piedino per sbieco o sbiecatore

Vediamo quindi come funziona. Si inserisce lo sbieco nella parte di plastica, una parte nella scanalatura sopra e una parte sotto, facendolo uscire verso l’ago e si regola la vitina. Nella scanalatura in mezzo si inserisce la stoffa da bordare, si portano entrambi sotto l’ago, regoliamo la larghezza della vite vicino all’ago per fare in modo che questo caschi dove vogliamo, abbassiamo il piedino e via.

piedino per sbieco

L’unica limitazione di questo piedino è la dimensione della scanalatura dove va inserita la stoffa, quindi non si possono bordare lavori un po’ spessi.

spiedino per sbieco 1

METODO 2: FACCIAMOLO VELOCE.

Questo sistema va bene se dobbiamo applicare lo sbieco su un lavoro non spesso e non molto lungo. Tra l’altro è il primo sistema a cui si pensa quando ci chiediamo come si cuce lo sbieco.

Sicuramente è veloce ma la possibilità che si muova tutto o che scappino i punti dietro (e ce ne accorgeremo solo a fine lavoro!) è abbastanza alta.

Per essere abbastanza sicuri di cucire tutto insieme, dobbiamo stirare lo sbieco non proprio a metà ma lasciando un millimetro di differenza di larghezza (vedere la foto della piega dello sbieco al metodo 3).

Per applicare lo sbieco con questo sistema, dopo averlo stirato, appoggiamolo con la parte più larga sul piano di lavoro, lo apriamo, appoggiamo la stoffa proprio dove c’è la piega, ripieghiamo lo sbieco e fermiamo il tutto con mollettine o spilli o imbastendo.

sbieco semplice 1

Cuciamo e, avendolo stirato e posizionato con la parte più larga dietro, siamo quasi sicuri di prendere entrambi i lati.

sbieco semplice 3

METODO 3: FORSE IL SISTEMA PIU’ DIFFUSO.

E’ il sistema più usato perchè, con questo metodo, possiamo applicare lo sbieco anche a lavori spessi.

Se leggete i vari tutorial presenti in rete, anche i questo caso consigliano di stirare lo sbieco leggermente sfasato (foto di sinistra) ma io mi trovo male. Preferisco stirarlo esattamente a metà, con le due parti uguali (foto di destra).

come applicare lo sbieco 2

A secondo di come sono piegati i lati dello sbieco dobbiamo posizionarlo sulla stoffa in modo diverso. Se lo sbieco fosse leggermente aperto al centro andrà appoggiato lasciando un po’ di spazio dal bordo del tessuto (foto di sinistra).

Se invece i lati fossero piegati esattamente verso il centro, andrà posizionato esattamente sul bordo della stoffa (foto di destra).

come applicare lo sbieco 3

Non solo, spiegano di far cadere la prima cucitura proprio sulla piega: ci ho provato non so quante volte ma preferisco fare la prima cucitura leggermente spostata dalla piega, verso l’esterno.

Quindi si procede in questo modo: apriamo lo sbieco, appoggiamolo sul retro del lavoro da rifinire e cuciamolo per tutta la lunghezza a circa 1 millimetro dalla piega (vedi la freccia nella foto).

sbieco normale 1

Dopo aver fatto la prima cucitura, dobbiamo ripiegare lo sbieco che andrà ovviamente a finire sulla parte davanti dove, avendolo cucito leggermente spostato verso il bordo, verrà completamente coperta la prima cucitura. Se il lavoro dovesse essere troppo spesso, prima di ripiegare lo sbieco, si può tagliare un po’ di tessuto per fare in modo che lo sbieco si ripieghi perfettamente su se stesso.

sbieco normale 2

Riportiamoci sotto la macchina da cucire e cuciamo vicino al bordo.

sbieco normale 3

sbieco normale 4

METODO 4: IL FILO TERMOADESIVO!!!

Ok… questa non è propriamente una mia idea ma una mia interpretazione di uno sbieco presente sul mercato: lo sbieco adesivo.

Dire che è comodo è dire poco anche se dobbiamo perdere un po’ di tempo per stirare tutto il lavoro.

Il filo termoadesivo (io uso quello della Prym che trovate tranquillamente on line) sembra un normale filo da cucito ma viene posizionato tra due tessuti e, con il calore del ferro da stiro, si scioglie incollando i due tessuti.

sbieco adesivo 1

Per applicare lo sbieco, dopo averlo stirato piegato a metà, apritelo, appoggiate nel mezzo il lavoro da bordare, mettete il filo termoadesivo, richiudete lo sbieco e stirate.

sbieco adesivo 2

Con il calore del ferro, la colla si scioglierà e lo sbieco rimarrà attaccato e fermo al nostro lavoro. Ovviamente va applicato da entrambe le parti.

sbieco adesivo 3

A questo punto, con lo sbieco incollato e libere da mollette, spilli o imbastiture varie, possiamo cucire il nostro sbieco senza che questo si sposti, come se fosse un normalissimo tessuto. Comodo vero?????

sbieco adesivo 4

E con lo sbieco termoadesivo fai da te, ho finito di descrivervi i quattro metodi che uso per applicare lo sbieco. Voi che sistema usate?

Spero che questo tutorial vi sia utile per rifinire i vostri lavori di cucito creativo e, se volete restare aggiornate sui miei lavori, vi ricordo la mia pagina Facebook “Hobby e Creatività“.

4 Commenti su Applicare lo sbieco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.